arredamenti ufficio

Editoriale

Il Blog di Interni Italia


Arredamento uffici: 5 consigli per lavorare con stile.

Tra gli aspetti che semplificano e migliorano la gestione del lavoro in ufficio, ai primi posti si colloca senza dubbio l’arredamento. Scegliere un arredamento elegante, funzionale e confortevole significa godere di uno spazio dove lavorare con stile, in linea con le esigenze professionali di oggi. Se l’ufficio di qualche anno fa era prevalentemente un luogo statico, con poche occasioni di svago e di movimento, le tendenze moderne vedono questo ambiente trasformarsi in qualcosa di più dinamico e smart.

I dipendenti e i collaboratori lavorano non soltanto seduti sulle proprie sedie, ma spesso anche in piedi o su sgabelli alti, o intorno a un coffee table, o ancora in piccole stanze separate da muri divisori dedicate alle videocall. L’ufficio contemporaneo è diventato insomma più liquido e configurabile a piacere, senza per questo perdere la propria identità lavorativa anche in ambiti piuttosto formali. Ma come trovare il giusto equilibro tra comfort, design e funzionalità? Scopriamolo insieme con qualche consiglio e brand da seguire!

1. Eleganza e comfort: un connubio possibile.

Partiamo dal presupposto che l’eleganza non è per forza sinonimo di scomodità. Una volta negli uffici trovavano posto tavoli e sedie di legno rigidi, pressoché inamovibili, quasi che l’immobilismo fosse la manifestazione suprema della professionalità (sulla falsariga del re seduto sul trono). In tempi più recenti questa concezione è stata abbandonata ormai completamente, vuoi per la maggiore consapevolezza degli effetti nocivi della sedentarietà in ufficio, vuoi per lo sfaldamento dell’orario di lavoro, con pause e occasioni di svago miste ad attività collaterali, come appunto riunioni su Zoom e meeting online. Gli arredi che consigliamo sono quelli in grado di coniugare eleganza e comfort, vedi ad esempio gli scrittoi, i sistemi direzionali componibili o i contenitori.

2. Non solo sedie: dalle poltrone alle consolle.

Una poltrona in ufficio poteva essere vista fino a qualche tempo fa come un elemento elitario se non addirittura snob. Oggi la contaminazione fra arredi per open space e mobili per la casa ha portato all’introduzione di complementi differenti, che vanno ad arricchire e valorizzare l’ufficio da più punti di vista. Accanto alle sedie e alle scrivanie tradizionali compaiono poltrone, consolle, librerie, ma anche soprammobili come quelli dei marchi Knoll e Poltrona Frau. Ed è proprio grazie a questi oggetti di design che l’ufficio assume spessore, carattere e originalità, distinguendosi dal classico cliché di spazio formale dove sedersi davanti al computer dalla mattina alla sera.

3. Come separare gli ambienti e rivestire i muri.

Ottimizzare gli spazi è ormai un’esigenza trasversale che riguarda abitazioni private come uffici e negozi commerciali. Le aziende di arredo hanno colto subito questo bisogno, progettando nuovi sistemi di suddivisione dell’ambiente che non siano finalizzati soltanto alla creazione di salette separate. Si può giocare in tanti modi sotto questo punto di vista, facendo di necessità virtù e aumentando i vani disponibili dove riporre raccoglitori, consumabili, soprammobili, ecc. Come? Ad esempio con librerie e scaffalature dotate di ante scorrevoli, facili da aprire e chiudere con un semplice gesto.

4. Personalizzare i mobili con misure ad hoc.

Altro suggerimento che diamo spesso ai nostri clienti è quello di non fermarsi alle misure standard dei cataloghi. Cercando online gli arredi da ufficio si rischia di cadere nell’errore di progettare l’ufficio in base alle misure dei mobili. È vero invece il contrario! Sono i mobili che vanno progettati a seconda delle misure dell’ufficio. Questa possibilità di personalizzazione è frutto degli standard produttivi raggiunti dalle aziende leader di mercato: standard che si traducono nella configurazione di migliaia di arredi con misure ad hoc. Per noi di Interni Italia si tratta di una prassi collaudata: basta rivolgersi al nostro ufficio di progettazione per modificare altezza, profondità, larghezza degli arredi e dettagli di ogni singolo mobile in fase di ordine.

5. ULTOM, LAS, DIEMME… i marchi di arredo per l’ufficio.

Per chi non conosce il mondo dei mobili per ufficio non è semplice orientarsi. L’offerta è sempre più vasta, e il rischio di perdersi è dietro l’angolo. L’ultimo suggerimento che vogliamo condividere sarà certamente prezioso per quanti brancolano nel buio e vogliono andare sul sicuro. Il metodo migliore per farlo è puntare su brand specializzati in arredi da ufficio, o con prodotti adatti per questo tipo di impiego. Tra i nomi che ci sentiamo di segnalare ricordiamo gli arredi e mobili Knoll,il pluripremiato marchio Desalto, l’italianissima proposta di Poltrona Frau, e poi Las per le sedute, le pareti e gli arredi, Ultom per i mobili da ufficio, coworking e home office, e infine Diemme per sofa, sedie excecutive, sgabelli, panche, tavoli e accessori.

Hai un progetto di arredo in mente? Realizzalo con il nostro aiuto!


0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *